Riabilitazione protesica di creste edentule con impianti PDF Stampa E-mail

Il trattamento delle creste edentule dei mascellari mediante l’uso di impianti endossei rappresenta una grossa novità della odontoiatria degli ultimi 30 anni. Principalmente ogni paziente può avvalersi di questa metodica che sicuramente innalza la qualità media di vita di ogni paziente, il tutto indipendentemente dall’età, dalla presenza di osso o di patologie concomitanti. Lo spettro della sostituzione di elementi dentali con impianti va dalla mancanza di un singolo elemento dentale fino alla estesa riabilitazione protesica di una intera mascella mediante ponti fissi. Inoltre l’implantologia può venire anche in aiuto come ancoraggio per protesi mobili al fine di migliorare la loro tenuta. Fondamentalmente un impianto viene inserito nella compagine ossea. Dopo un periodo di tempo che va da poche settimane a 4 mesi, a seconda della varietà e qualità dell’osso, seguirà la riabilitazione protesica da parte dell’odontoiatra di fiducia del paziente. Il corpo degli impianti al giorno d’oggi è realizzato principalmente in titanio. In alterntiva possono essere inseriti anche impianti in ceramica. Trascorso il tempo di guarigione necessario all’osteointegrazione degli impianti, segue corretta riabilitazione protesica.